CONVIVENZA TRA IL GATTO ED ALTRI ANIMALI

Può capitare che vedendo il proprio gatto sdraiato su una poltrona, mentre gioca annoiato con la sua coda, si può essere tentati di proporgli un compagno di giochi.

 

Sarebbe bello vederlo giocare amichevolmente non solo con un altro gatto ma magari anche con qualche altro piccolo animale come un coniglio nano, una cavia o un criceto.

Facendo queste considerazioni non si deve mai dimenticare o sottovalutare il forte ed incontrollabile istinto da cacciatore che ha ogni gatto, anche il più placido frequentatore di soffici divani.

Raramente i gatti riescono a diventare “amici” di altri animali di piccola taglia.

I piccoli roditori come scoiattoli, cavie e criceti come pochi altri riescono a stimolare gli istinti dell’implacabile cacciatore.

 

Stesso discorso vale anche per uccelli, pesci e rettili la cui convivenza in una casa con un gatto è possibile solo se protetti in modo efficace da gabbie, acquari o teche.

Forse l’unica convivenza possibile si può avere con le tartarughe di terra di una certa mole: il loro carapace le difende da ogni tipo di attacco ma la cosa più importante è che il loro fare lento non è di nessuno stimolo per i gatti il che, più di ogni altra cosa, le mette al riparo da ogni tentazione.

Discorso a parte merita la coabitazione tra un gatto e un cane.

Questa situazione è origine di molti detti popolari ma alla base di certe "avversioni" c'è il fatto che i cani e i gatti non comunicano allo stesso modo quindi alcuni atteggiamenti dell'uno e dell'altro vengono mal interpretati scatenando reazioni aggressive.

Tuttavia se una gattino cresce con un cane anche adulto molto spesso la convivenza è pacifica e molti padroni sono testimoni di amori senza fine.

 

COMPORTAMENTO

© DVM Marco Benedet  marco@gattiandcats.it 
All Rights Reserved